Chi siamo

Questo slideshow richiede JavaScript.

Stanchi di subire la dittatura del cibo di scarsa qualità, fuori stagione o surgelato?  Ci siamo noi a prenderci cura di voi! A “Casa Mia” e “Pic Nic” è possibile riscoprire i sapori autentici della tradizione, gustare l’essenza del prodotto, riappropriarsi dei prodotti della nostra Puglia. Utilizziamo da sempre, infatti, solo materie prime di alta qualità e a km 0, rispettandone la stagionalità e la freschezza.  Questo perché la nostra è una storia nuova fatta di esperienza, di tradizione e di amore per la cucina tramandata, che scommette oggi sulla qualità. Un posto dove lasciare fuori la frenesia quotidiana e ritrovare una dimensione di bellezza anche a tavola.

La storia della famiglia “Casa Mia” è quella dello chef Michele, un vero papà di famiglia, professionista della cucina dall’età di 15 anni. “Casa Mia” è la continuità della tradizione. Lo storico punto di ristoro “Plaza Davì” nella piazza principale di Polignano a Mare si sdoppia e diventa Trattoria – Ristorante – Pizzeria genuino, ma raffinato… e poi straordinario bistrot, per stuzzicare i palati più esigenti. Caratteristiche peculiari del concept “Casa Mia” sono l’originale rotazione del menù che cambia costantemente col trascorrere delle stagioni, la rigorosa scelta di utilizzare esclusivamente prodotti di aziende locali e lo staff composto unicamente da giovani appassionati, amanti del proprio lavoro.

A coordinare le attività culinarie un guru della ristorazione: Davide Dibello.  Lo chef è sempre accompagnato dal sous-chef di casa Antonio Dragonein continuo aggiornamento ed evoluzione grazie alla partecipazione e collaborazione con chef di spessore, portando così avanti la sua idea di trattoria 2.0. Insieme coordinano una brigata dinamica sempre alla ricerca di nuovi prodotti! Ogni giorno il nostro staff, infatti, prepara con cura appetitosi ed ottimi piatti creati ad hoc anche per vegetariani e vegani, realizzati con materie prime di qualità da agricoltura biologica, biodinamica, a Km 0 e di stagione, ponendo particolare attenzioni alle intolleranze alimentari.  Il sapore e la qualità delle pietanze? Cambiano notevolmente, così come la resa dei prodotti. E siete stati proprio voi a capirlo, prima di tutti: nel 2013, in 15 milioni hanno fatto la spesa dal contadino o nei mercati degli agricoltori ed il fatturato complessivo di questa spesa virtuosa ha raggiunto già i tre miliardi di euro.

Mangiare bene e sano, infatti, è il primo gesto per volersi bene e solo quando uniamo le regole della cucina mediterranea, sinonimo di qualità e bontà, con ingredienti freschi e locali riscopriamo antichi sapori perduti. Questa unione è il segreto per una vita longeva e salutare che fa bene a noi in primis, ma anche all’ambiente e alle aziende locali che supportiamo con affetto.

Questo slideshow richiede JavaScript.

“Casa Mia”, poi, è anche culto della pizza! Anche nella nostra pizzeria – composta da 5 persone e capitanata da Vito Dragone – utilizziamo prodotti di altissima qualità sia per l’impasto, utilizzando farine di altissimo livello al 90% bio e macinate a pietra, sia per la farcitura, scegliendo sempre ingredienti a km 0 e bio. Non solo! La lievitazione è fatta solo con il nostro lievito madre vivo e la maturazione prevista è quella lunga, dalle 48 alle 72 ore. Per essere sempre più vicini alle vostre esigenze, inoltre, utilizziamo una farina unica nel suo genere, perché con germe di grano, e selezioniamo da sempre farine alternative come quella multicereali e kamut, utilizzando anche quelle di legumi (ceci, fave) e grani della nostra terra (senatore cappelli, arso, saraceno). Abbiamo oltre 10 tipi di impasti alternativi differenti con farine 90% bio e macinate a pietra, lievito madre vivo e lunga maturazione.

“La passione per la pizza nasce fin da piccolo nella pizzeria “Piazzetta/ plaza Davì”, dove metto da subito le mani in pasta”, dichiara Vito Dragone. “Con il passar del tempo ho fortemente voluto specializzarmi e sono così entrato nella Scuola italiana pizzaioli scegliendo la direzione della panificazione e della pizzeria. Una scelta che mi ha permesso di collaborare alla nascita e alla crescita di “Casa Mia”, anche grazie alla mia filosofia di cucina liberamente ispirata alla tradizione napoletana: la pizza deve avere il bordo”. Una scelta coraggiosa ed in controtendenza con la tradizione barese che vuole la pizza bassa e croccante, ma che si è rivelata vincente: “Non sono un pizzaiolo che resta chiuso nella sua pizzeria – precisa Vito – ma continuo il mio studio grazie a diversi aggiornamenti e studi sul posto, come nel caso della splendida Napoli. La pizza per me non è solo una passione da coltivare, ma una scienza ed un miracolo gastronomico da rispettare con dedizione e sacrificio”.

A completare il tutto, 30 cantine differenti con 60 etichette (80 % Pugliese, 70 % bio).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...